Covid: analisi e aggiornamenti epidemiologici (17/1/2022)

Andamenti epidemiologici e analisi sulla pandemia di Covid-19 sempre aggiornati, a cura di Giorgio Sestili, Francesco Luchetta e del team di Coronavirus – Dati e Analisi Scientifiche

Il 10% di No Vax occupa il 66% di posti in TI

18/1/2022

Il Ministro Speranza: “Il 10% di non vaccinati produce due terzi degli ingressi in terapia intensiva”. Valori corretti e corrispondenti agli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità disponibili e riconducibili ai contagi rilevati tra il 26 novovembre e il 26 dicembre 2021. 

Raggiunto il picco degli ingressi in TI

16/1/2022

Sembra che tra il 12 e il 14 gennaio sia stato raggiunto il picco degli ingressi in Terapia Intensiva, che ora cominciano a calare. Il valore del picco è intorno alla media di 150 ingressi giornalieri. Il massimo valore mai raggiunto è stato di circa 270 ing./gg. a marzo-aprile 2021

ingressi-TI-Italia-Covid-gennaio-2022

Gli effetti dell’obbligo vaccinale sugli over 50

10/1/2022

Possiamo quantificare i benefici dell’obbligo vaccinale tra gli over-50? In parte sì. Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, rispetto ai contagi avvenuti tra il 12 novembre e il 12 dicembre 2021 abbiamo avuto:

  • Per la fascia 40-59 anni, 2350 ospedalizzati non vaccinati su una popolazione complessiva di 2,6 milioni. I vaccinati ricoverati sono stati solo 879 su 15,8 milioni;
  • Sempre per la fascia 40-59 anni, 348 ricoverati in TI non vaccinati e solo 64 vaccinati;
  • Per la fascia over-60, 4025 ospedalizzati non vaccinati su una popolazione complessiva di 1,4 milioni. I vaccinati ricoverati sono stati 6347 su una popolazione complessiva di 16,8 milioni di persone.
  • Sempre per la fascia over-60, 649 non vaccinati ricoverati in TI e 513 vaccinati.

Da questi dati emerge che nella fascia 40-59 anni un non vaccinato ha 15 volte il rischio di essere ricoverato rispetto a un vaccinato e 32 volte in più di finire in TI. Tra gli over-60 invece, un non vaccinato ha 7 volte il rischio di ospedalizzazione rispetto a un vaccinato, e il rischio sale a 15 volte per le TI.

over-50-vaccinati-percentuali-obbligo

Aggiornamento epidemiologico settimanale

9/1/2022 – in collaborazione con CovidTrends

Casi positivi registrati tra lunedì e domenica: questa settimana 1.108.961 – scorsa settimana 680.688 – due settimane fa 258.143 – tre settimane fa 163.648 – quattro settimane fa 116.499

Variazioni ultimi 7 giorni: casi +78% – ospedalizzati +31% – TI +19% – Decessi +36%

Andamenti: casi positivi esponenziale con tempo di raddoppio (Td) di 8 gg – ospedalizzati esp. Td = 18 gg – TI lineare

Stima Rt: 1,5 (-19%)

Vaccinazioni: prime dosi 428.000 (+39%) – seconde 259.000 (+55%) – terze 2,9 milioni (+9%)

Regioni peggiori (casi settimanali ogni 100 mila abitanti): Valle d’Aosta 2900, Emilia Romagna 2800, Lombardia 2800

Regioni miliori (casi settimanali ogni 100 mila abitanti): Sardegna 554, Calabria 742, Marche 855

L’efficacia dei vaccini contro Omicron

8/1/2022

Omicron è molto più contagiosa delle varianti precedenti ma meno letale, e genera circa un terzo delle ospedalizzazioni rispetto a Delta, come ci indicano i dati inglesi dell’Health National Security Agency. Lo stesso report inglese ci dà un’altra indicazione nuova e molto importante: i vaccini sono efficaci e funzionano molto bene nel prevenire le ospedalizzazioni anche contro Omicron (vedi tabella).

efficacia-vaccini-contro-omicron

I numeri in tabella ci dicono che, nel prevenire le ospedalizzazioni, l’efficacia di due dosi di vaccino contro Omicron è del 72% entro le 24 settimane (contro Delta è tra il 90 e il 95%), per poi scendere al 52% dopo la venticinquesima settimana (contro Delta rimane sempre al di sopra dell’80%). La buona notizia arriva dalla terza dose, che riporta l’efficacia contro Omicron all’88% (per Delta è sopra il 95%).

In queste poche righe è racchiuso il motivo per cui, nonostante i contagi abbiano raggiunto livelli mai visti prima, gli ospedali non siano ancora in totale emergenza: grazie ai vaccini e grazie a una variante meno letale, seppur molto più contagiosa.

Autore

POSSIAMO AIUTARTI?

Desideri parlarci del tuo progetto o chiederci più informazioni riguardo ai nostri servizi e consulenze?